Il distretto di Luanshya e l'area di Buntungwa

Il Distretto di Luanshya si trova a 1.225m sopra il livello del mare, a 337 km a nord della capitale, Lusaka; copre approssimativamente 100.760 ettari di terreno ed ha una popolazione di 155.979 di persone, con un tasso di crescita annuale di circa il 2% (stima 2006).

Anche nel Distretto di Luanshya, come nel resto del Paese, lo stipendio medio, per i pochi che riescono a trovare un lavoro, è largamente al di sotto dei 100 dollari al mese, e poiché il livello di scolarizzazione è generalmente molto basso a causa degli elevati costi che la scuola richiede, più del 50% della popolazione è impiegata in lavori assolutamente non qualificati e per in maniera del tutto saltuaria e occasionale. In quest’area, un tempo particolarmente prospera soprattutto grazie alle attività di estrazione del rame, per una serie di complesse concause (tra cui le crisi politiche, le sfavorevoli congiunture economiche internazionali aggravate dalle spinte neoliberiste e dai processi di globalizzazione, la diffusione dell’HIV/AIDS e di altre pandemie), nel giro di pochissimi anni il tasso di occupazione ha subito un crollo vertiginoso, con circa 10.000 licenziamenti. Fra le prime conseguenze dell’improvviso e drammatico impoverimento dell’area vi è stato il riversarsi nelle strade di un numero enorme e sempre crescente di bambini e ragazzi che hanno smesso di frequentare la scuola, l’aumento vertiginoso del tasso di di diffusione dell’alcolismo, della criminalità e delle cosiddette “malattie della povertà”, tra cui in primis l’HIV/AIDS, di cui in Zambia è affetto ormai quasi il 20% della popolazione di età compresa tra 14 e 45 anni. Come in un circolo vizioso, la progressiva “sparizione” della seconda generazione (i giovani adulti) produce un aumento costante del numero di orfani con scarse possibilità di sopravvivere e praticamente nessuna possibilità di accedere a qualunque tipo di istruzione, tanto meno di carattere superiore.